Foligno

La città, definita per antica tradizione il "centro del mondo" o in fulginate "lu centru de lu munnu", si trova infatti, secondo la tradizione, al centro della penisola italiana, a sua volta al centro dell' Europa e del Mediterraneo, che anticamente era considerato il centro del mondo. In particolare tale punto si identificava, nei decenni passati, con il birillo centrale del biliardo centrale di uno storico "Caffè" del corso, ed è segnalato solamente da un cristallo incastonato nel pavimento di una banca, che si trova al posto dello scomparso caffè. Terza città dell'Umbria notevole centro urbano, costituiva un nodo importante della antica Via Flaminia. Tutto da scoprire il centro storico fra palazzi signorili e splendide facciate romaniche.

DA VEDERE IN MEZZA GIORNATA

La piazza con la Cattedrale di San Feliciano: le due facciate romaniche finemente scolpite, specialmente quella laterale di Maestro Binello, si compenetrano con le architetture civiche circostanti. L' interno non è attualmente accessibile a causa dei lavori di restauro.

Palazzo Trinci*: i bellissimi affreschi tardogotici, dipinti da Gentile da Fabriano riferiti alla signoria locale, sono tra i più importanti della pittura umbra.

Le vie del centro storico sulle quali si affacciano i palazzi storici al cui interno si trovano ricche decorazioni. Fra i palazzi visitabili segnaliamo: Palazzo Pierantoni, Palazzo Candiotti e Palazzo Giusti - Orfini.

L'Oratorio del Gonfalone, splendido esempio di barocco-rococò all'interno del quale si trova il corpo della Santa Angela da Foligno. 

Chiesa di Santa Maria Infraportas, decorata con affreschi di scuola folignate.

 

CON UN PO’ PIU’ DI TEMPO

L'Oratorio della Nunziatella* con affreschi del Perugino e l'Oratorio del Crocifisso*, splendido esempio di edificio sacro baroocco.

Uno dei Palazzi storici di Foligno: Pieranotni, Candiotti, Giusti Orfini.

Auditorium San Domenico

Gli affreschi di Santa Maria in Campis, chiesa sorta accanto all’antica via Flaminia.
Abbazia di Sassovivo: localizzata nei dintorni, l’antica abbazia benedettina, è caratterizzata da un chiostro lavorato da sapienti marmorari romani.
 

IN PIU’…

Se venite in giugno o settembre vi consigliamo di non perdere la caratteristica Giostra della Quintana.

ABBINAMENTI CONSIGLIATI A SCELTA TRA

Montefalco, Bevagna, Spello, Assisi, Spoleto.

* Ingresso a pagamento

TOP