SCUOLE: EDUCARE SENZA ANNOIARE

Proposte di visite guidate rivolte ai più giovani, l’idea è di fare del viaggio uno strumento di conoscenza accompagnandolo con strumenti adeguati all’età dei ragazzi.

 

GIORNATA INTERA - Scoprire la città di San Francesco divertendosi
 
Durante il percorso verranno realizzati dei semplici giochi che serviranno a tenere viva l’attenzione e a fissare meglio nella memoria le tappe fondamentali a livello storico, artistico e religioso. 
Verranno inoltre consegnate delle schede tecniche da riempire con giochi e piccoli questionari che hanno come obiettivo quello di fermare i punti essenziali delle spiegazioni e creare un piccolo vocabolario per l’arricchimento del lessico.
 
MATTINO – ITINERARIO “Fuori Porta”
 
ASSISI, posta alle pendici del Monte Subasio, ha un panorama meraviglioso ed una natura davvero incontaminata tra boschi di lecci molto antichi e distese di ulivi.
Il primo approccio con la città, quindi, avviene dall’esterno; in tal modo sarà più semplice entrare in contatto con l’esperienza francescana che trasse la sua linfa vitale proprio dagli Eremi e dai Conventi fuori delle mura cittadine.  
L’itinerario ha inizio con la Visita di San Damiano dove avvenne il miracolo del Crocefisso che parlò a San Francesco chiedendogli di ricostruire la chiesa e dove iniziò la straordinaria vicenda di Santa Chiara, fondatrice delle Clarisse.
A San Damiano si svolgerà il gioco “Costruendo San Damiano” con l’obiettivo di fissare i momenti chiave dell’esperienza di Francesco e Chiara.
 
Tempo per una colazione tra gli ulivi del Convento di San Damiano
 
La mattinata termina con un percorso all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli per scoprire la “Porziuncola”, uno dei monumenti più importanti della storia di San Francesco.
Al termine della mattinata tempo libero per “Le Olimpiadi Francescane” e poi per il pranzo libero.
 
 
NELLA CITTA’ DI SAN FRANCESCO
Nel pomeriggio la visita guidata si svolge all’interno della città, sulle tracce di Francesco e Chiara. 
Visita della Basilica di San Francesco con le due chiese sovrapposte costruite sulla tomba del santo. 
Percorso tematico “il  grande libro della Basilica: San Francesco per immagini”per scoprire i preziosi affreschi che fanno di Assisi una tappa fondamentale nella storia dell’arte italiana: Giotto, Cimabue, Simone Martini, Lorenzetti sono tra i più famosi artisti che hanno reso la Basilica un immenso libro illustrato.
Con parole semplici e con l’ausilio delle storie affrescate nella Basilica non solo sarà possibile ripercorrere la vicenda di San Francesco ma anche fornire alcuni strumenti base di storia dell’arte.
 
Dopo una bella passeggiata nel cuore della città medievale visita della Basilica di  Santa Chiara e Piazza del Comune con il tempio di Minerva.
 
 
PERUGIA… come una grande “Torta” storica – mezza giornata 
La città di Perugia è sicuramente un’occasione perfetta per sperimentare “la linea del tempo” con un approccio che è prima di tutto visivo e tattile e non puramente teorico.
Questa città è infatti, con più evidenza di altre, una sorta di “torta” fatta con strati sovrapposti e ben individuabili che corrispondono ad epoche diverse che i bambini saranno invitati a ricercare e a descrivere. 
Lo scopo è fornire gli strumenti della ricerca storica (es. osservazione dei materiali e delle diverse tecniche murarie – l’importanza e l’individuazione delle diverse fonti su cui si basa una ricostruzione storica) con semplicità e piccole attività ludiche.
 
Durante il percorso saranno distribuite semplici schede tecniche da riempire con giochi e piccoli questionari per fermare i punti essenziali delle spiegazioni e creare un piccolo vocabolario per l’arricchimento del lessico.
 
ITINERARIO  ALL’INTERNO DELLA CITTA’
La prima parte della visita si svolge all’interno della “Città Sotterranea” con un percorso perfetto per spiegare l’evoluzione di Perugia attraverso i secoli: dall’Arco Etrusco (III sec. a.C.) al quartiere medievale dei Baglioni alla Fortezza Papale del 1540 per arrivare fino a Piazza Italia simbolo.
Tempo per una colazione ai Giardini “Carducci”
Una breve passeggiata lungo la via più elegante arriva fino alla piazza IV Novembre con la bella Fontana Maggiore, il palazzo pubblico (palazzo dei Priori) e la Cattedrale di San Lorenzo.
Possibilità di scegliere tra due attività di animazione:
 
1.All’interno della Rocca Paolina:“Alla ricerca d’indizi nell’antica Fortezza Papale”-  piccola caccia al tesoro   nella Rocca Paolina per ricostruire la lunga storia della città! 
 
2.All’interno della Galleria Nazionale dell’Umbria: “Realtà e finzione”: scopri tra le opere dei grandi maestri    del Rinascimento italiano la grande passione per la natura con tutte le sue meraviglie. Attraverso tutta una   serie d’iniziative e di giochi i ragazzi esploreranno il mondo della pittura imparando a “leggere” le opere   d’arte di Piero della Francesca, Perugino, Pinturicchio e altri grandi pittori nella splendida cornice della   Galleria Nazionale dell’Umbria (ingresso gratuito per le scuole). Questo tipo di attività necessita di gruppi   non troppo numerosi.
 
 
GUBBIO “Costruiamo la città” – mezza giornata
Gubbio è la città dell’Umbria dove meglio è possibile risalire indietro nel tempo; le mura, i grandi palazzi del potere, le abitazioni stesse e i vicoli tortuosi sono un vero e proprio museo a cielo aperto. Attraversare la città è come svolgere un percorso attraverso le epoche per scoprire come volta per volta la città è stata costruita per rispondere a delle necessità pratiche. La disposizione delle case, la loro altezza, sono delle informazioni che ci permettono di capire quale potevano essere le esigenze degli abitanti? Perché realizzare una casa torre? Cos’è la porta del morto? La presenza di una guida è l’occasione per scoprire una città che ha saputo mantenere intatto il suo patrimonio storico e artistico. L’idea è far parlare questo patrimonio e renderlo vivo.
 
LABORATORIO PER I PIU’ GIOVANI:  Al termine della mezza giornata di visita guidata i bambini potranno partecipare al gioco rivivi la “Corsa dei Ceri” - divisi in tre squadre i ragazzi potranno scoprire le regole ed i principi che animano la celebre “Corsa dei Ceri” una delle Feste più antiche ed impressionanti che sono giunte fino a noi. (nel caso si disponesse di una mezza giornata in più è possibile prevedere una piccola escursione per raggiungere la Basilica di Sant’Ubaldo, all’interno della quale sono conservate le tre macchine lignee che vengono chiamate “Ceri”) 
 
 
BEVAGNA: VIAGGIO TRA GLI ANTICHI MESTIERI – mezza giornata 
Bevagna ha un’atmosfera tutta sua quella cioè di un piccolo centro reso vivo ed unico dai suoi stessi abitanti che sanno animarlo con tante iniziative. Il medioevo, infatti, rivive in questa cittadina quando viene allestito il Mercato delle Gaite* (parola di origine barbarica che significa quartiere), una rievocazione di mestieri, costumi, taverne del passato. Le botteghe con la rappresentazione dei mestieri medievali, riproposti con fedeltà ed accuratezza storica, sono parte di un percorso che si addentra nei vicoli cittadini. Il percorso proposto prevede la visita di quattro laboratori con quattro mestieri antichi: seteria, dipintore d’icone, cartiera. * ingresso a pagamento 5 Euro a bambino + il costo della visita guidata.
 
 
MONTEFALCO: IL BALCONE DELL’UMBRIA – mezza giornata 
Montefalco deve molta della sua fama all’invidiabile posizione geografica che domina per intero la Valle Umbra con tutte le sue città e piccoli borghi arroccati: Perugia, Assisi, Spello, Trevi per arrivare fino alla splendida Spoleto. Una passeggiata, prima all’interno del piccolo, grazioso borgo medievale e poi lungo le mura sarà l’occasione di cogliere in un colpo d’occhi la storia di questa cittadina che Federico II ha voluto legare all’immagine di un falco che attraversa i cieli e spazia tutt’intorno. 
Per i più piccoli è l’occasione inoltre di confrontare il panorama di oggi (visto dal vero) e di ritrovarlo poi negli affreschi di Benozzo Gozzoli all’interno del complesso museale di San Francesco (ingresso gratuito tra 0 e 17 anni). A testa in su per contemplare gli affreschi e scoprire come un maestro del rinascimento raffigura le storie di san Francesco e cercando di ritrovare le differenze con gli stessi episodi dipinti da Giotto ad Assisi.
 
(Insegnanti e accompagnatori non vengono conteggiati - nel preventivo è incluso il materiale didattico e il permesso di accesso per il Pullman a Piazza Partigiani – centro storico )

TOP