Orvieto

La città domina un ampio panorama. A chi si avvicina dall’esterno da l’impressione di essere come intagliata sulla sommità di quell’alta rupe. Emerge, in questo profilo di città arroccata, la grande mole della Cattedrale gotica che domina case, palazzi e chiese. L'antica capitale etrusca, distrutta dai Romani, riemerse più bella di prima per diventare la città dei Papi insieme a Perugia e Viterbo.

DA VEDERE IN MEZZA GIORNATA

Duomo dell’Assunta*: la cattedrale, capolavoro assoluto dell’arte italiana e incontro perfetto di tutte le arti. La facciata merita di essere ammirata per  i suoi mosaici e bassorilievi; all’interno si segnalano la Cappella del Corporale con il suo prezioso reliquiario, la vetrata absidale di Giovanni da Bonino e,  la Cappella di San Brizio, capolavoro pittorico, con gli affreschi di Beato Angelico e di Luca Signorelli raffiguranti le storie del Finimondo. Il duomo prevede un ingresso a pagamento di € 4,00 per persona, raccomandata la prenotazione.

Pozzo di San Patrizio*: geniale opera dell’architetto papale Antonio da Sangallo, che concepì una doppia scala elicoidale intagliata nella roccia (248 gradini), per l’approvvigionamento idrico in caso d’assedio. L'ingresso per i gruppi è di € 3,50 per persona. 

Palazzo del Popolo: originale esempio di palazzo civico Duecentesco incastonato nel tessuto urbano medievale

Piazza del Comune: al termine del corso questa importante piazza è dominata da bel edificio del potere civile e dalla romanica chiesa di Sant’Andrea

 
CON UN PO’ PIU’ DI TEMPO

Necropoli del Crocefisso del Tufo*: Nell’etrusca “città dei morti” è possibile ritrovare un’immagine in negativo di quella dei vivi, sia a livello sociale che nella disposizione delle sepolture

Museo Palazzo Faina*: Vasta collezione archeologica tra cui spiccano i capolavori di Exechias e gli ori degli Etruschi 

Museo Archeologico Nazionale*: raccolta etrusca comprendente armi ed oggetti in bronzo, collezioni ceramiche e soprattutto le pitture originali di una tomba integralmente ricostituita

Quartieri Medievali: Una passeggiata tra chiese e palazzi nella luce dorata del tufo. Da vedere le chiese di San Giovenale , San Giovanni e San Domenico con il sarcofago marmoreo scolpito da Arnolfo di Cambio

 
E NEL TEMPO LIBERO…
Una sosta per un bicchiere di Orvieto classico nei wine bar della cittadina. Di notevole pregio la ceramica orvietana dai colori caratteristici.

ABBINAMENTO CONSIGLIATO

Todi

*Ingresso a pagamento

TOP